10 miti sulla creatività in cui anche tu credi

  • 56
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    58
    Shares

Che la creatività sia una dote innata riservata a pochi eletti o che un’idea creativa giunga all’improvviso bell’e finita sono alcuni dei miti che circondano creatività e pensiero creativo. A questo argomento David Burkus ha dedicato un libro dal titolo The Myths of Creativity, libro molto piacevole che ho appena finito di leggere.

 

Quali sono i miti sulla creatività, secondo Burkus?

1. Mito dell’Eureka: le idee nuove vengono dal nulla.

In realtà, il processo creativo richiede un tempo di incubazione, durante il quale idee e informazioni rilevanti indugiano al di fuori della consapevolezza. Il più delle volte la creazione è un processo, non una lampadina che si accende all’improvviso: è il risultato di un percorso che richiede disciplina, ragionamento e fantasia.

 

miti creatività2. Mito della genetica: la creatività è una dote inscritta nel DNA.

Gli studi non hanno individuato nessun gene della creatività.

 

3. Mito dell’originalità: le idee creative sono concetti interamente originali.

La creatività consiste nella combinazione di idee precedenti o nella individuazione di nuove applicazioni per ciò che esiste già.

 

4. Mito dell’esperto: solo una persona con una formazione specialistica può produrre soluzioni innovative.

Molte idee creative derivano da persone che conoscono un dato ambito ma che riescono a non rimanere bloccate dalle informazioni che possiedono.

 

5. Mito degli incentivi: gli incentivi, monetari o di altro tipo, promuovono la creatività.

La creatività è legata a una motivazione intrinseca, interna alla persona, al piacere e alla gioia nel fare qualcosa.

 

6. Mito del creatore solitario: le idee creative nascono nell’isolamento e dallo sforzo di una persona singola.

La maggior parte delle idee innovative e creative proviene da un gruppo di lavoro formato da persone con competenze di vario tipo, proviene dalla collaborazione. La Cappella Sistina è un capolavoro, ma non l’ha di certo dipinta Michelangelo da solo.

 

7. Mito del brainstorming: la creatività richiede il flusso disorganizzato di idee che viene fuori dal brainstorming.

Il brainstorming in un gruppo di lavoro è un valido strumento solo se calato in una strategia che preveda una sintesi delle idee emerse in modo libero.

 

8. Mito della coesione: un gruppo di lavoro creativo è un gruppo coeso.

Un gruppo che funziona bene non solo tollera il dissenso ma lo utilizza per arricchirsi e percorrere strade nuove.

 

9. Mito del vincolo: i vincoli diminuiscono la creatività ed è meglio disporre di risorse illimitate.

I vincoli sono necessari al pensiero creativo.

 

10. Mito della “trappola per topi”: se è buona, l’idea sarà subito accettata.

Le idee nuove sono spesso rifiutate e vanno pubblicizzate e spiegate.

 

Questo significa che la creatività è potenzialmente alla portata di chiunque, ma richiede fatica. Richiede anche un lavoro fatto da soli e la condivisione in gruppo, un nuovo sguardo su cose già esistenti, la capacità di formulare e tollerare critiche.

 

Per approfondire

David Burkus (2014). The Myths of Creativity. Jossey-Bass.

Aumentare la propria creatività e produttività in 7 mosse

Imparare a suonare “da grandi” è possibile?

 

Photo credit: bplanet

 

Rosalia Giammetta, psicologa e psicoterapeuta, si occupa di adulti e adolescenti, a Roma. In particolare, è specialista in disturbi d’ansia e depressione e nella prevenzione dei comportamenti a rischio. Ha condotto numerose attività di formazione e ha pubblicato il volume L’adolescenza come risorsa. Per saperne di più, visita la sua pagina personale e leggi gli altri articoli.

Per consulenze psicologiche, psicoterapia, scrittura di progetti, seminari o altre richieste, puoi scriverle una mail su rosaliagiammetta@quipsicologia.it oppure telefonarle al 349.8195168 e prendere un appuntamento.

 


  • 56
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    58
    Shares

Rosalia Giammetta

Psicologa, psicoterapeuta a orientamento psicodinamico, specialista in disturbi d'ansia, esperta in psicologia dell'adolescenza e dinamiche di gruppo, progettista. Leggi gli altri articoli di Rosalia Giammetta.