Promozione del benessere psicologico

chiedi una consulenza psicologica gratuita a roma

Il primo colloquio di consulenza psicologica con gli psicologi e psicoterapeuti di Qui Psicologia è gratuito. Chi non abita a Roma può fissare un appuntamento per una consulenza via telefono o via Skype.
Chiamaci oggi e Prenota il tuo colloquio gratuito!
Sarà l’occasione per fare esperienza di cosa voglia dire prendersi cura di se stessi.

Iscriviti alla newsletter di Qui psicologia

Per rimanere aggiornato sugli articoli di Qui psicologia, inserisci la tua mail nel box qui sotto e iscriviti alla newsletter:

Scritto da | maggio 26th, 2013

La verità ti fa male lo so…

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

finestra blu Ernesto Sabato“…Martin gli aveva domandato se tra due persone che si vogliono bene non deve essere tutto limpido, trasparente, veritiero, Bruno aveva risposto che la pura verità non si può dire quasi mai quando si tratta di esseri umani, perchè provoca solo dolore, tristezza e distruzione. E aveva aggiunto che da tempo accarezzava il progetto di scrivere un romanzo o un dramma sull’argomento: la storia di un giovane che si propone di dire sempre la verità, sempre, costi quel che costi. Naturalmente, al suo passaggio, semina distruzione, orrore e morte. E infine, distrugge se stesso.

– Allora bisogna mentire, – concluse Martin con amarezza.

– Dico solo che non si può dire sempre la verità. Per l’esattezza quasi mai.

– Bugie per omissione?

– Qualcosa del genere, – replicò Bruno, osservandolo con la coda dell’occhio, per il timore di averlo ferito.

– Così non crede nella verità.

– Credo che la verità vada benissimo in matematica, in chimica, in filosofia. Non nella vita. Nella vita è più importante l’illusione, l’immaginazione, il desiderio, la speranza. Inoltre, sappiamo forse cos’è la verità? Se io le dico che quel pezzo di finestra è azzurro, dico una verità. Ma è una verità parziale, quindi una specie di bugia. Perchè quel pezzo di finestra non è solo, è in una casa, in una città, in un paesaggio. È circondato dal grigio di questo muro di cemento, dall’azzurro chiaro di questo cielo, da quelle nuvole allungate, da infinite altre cose. E se non dico tutto, assolutamente tutto, sto mentendo. Ma dire tutto  è impossibile, anche in questo caso della finestra, di un semplice pezzo di realtà fisica, della semplice realtà fisica. La realtà ha infinite sfumature, e se dimentico una sola sfumatura, mento. Allora puoi immaginare com’è la realtà degli esseri umani, con le loro complicazioni e tortuosità e contraddizioni. Che cambia, infatti, ad ogni istante che passa, e ciò che eravamo un momento fa non lo siamo più…”

Ernesto Sàbato – Sopra eroi e tombe , p. 205; Enaudi editore


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tu cosa ne pensi?