Promozione del benessere psicologico

chiedi una consulenza psicologica gratuita a roma

Il primo colloquio di consulenza psicologica con gli psicologi e psicoterapeuti di Qui Psicologia è gratuito. Chi non abita a Roma può fissare un appuntamento per una consulenza via telefono o via Skype.
Chiamaci oggi e Prenota il tuo colloquio gratuito!
Sarà l’occasione per fare esperienza di cosa voglia dire prendersi cura di se stessi.

Iscriviti alla newsletter di Qui psicologia

Per rimanere aggiornato sugli articoli di Qui psicologia, inserisci la tua mail nel box qui sotto e iscriviti alla newsletter:

Scritto da | settembre 18th, 2014

Perchè i fratelli litigano?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

litigi-tra-fratelliTra le domande che mi sento rivolgere più spesso c’è quella che riguarda i litigi tra fratelli. Una mamma per esempio mi ha chiesto: “I miei figli litigano continuamente. Appena passano un po’ di tempo da soli bisticciano e si azzuffano. Come mai?”.

Esistono diverse ragioni del perchè nasce un conflitto tra fratelli, vediamone alcune.

Diverso livello di sviluppo

I bambini, crescendo, attraversano diverse fasi evolutive. In generale, ogni bambino è differente, ma ci sono alcuni punti in comune su come vedono il mondo nelle diverse fasce di età. Da piccoli è normale che facciano esperienza e apprendano cosa vuol dire possedere qualcosa. Sarà frequente che dicano: “È mio!”. Questo è un passaggio fondamentale per poter sviluppare la propria indipendenza. Tra i 5 e i 10 anni i bambini guardano anche alla vita in termini di giusto o sbagliato. Così può accadere che, se si hanno due figli, uno dei due può trovarsi in una fase di sviluppo diversa da quella dell’altro. Per esempio, il più piccolo sta sperimentando la possessività, mentre l’altro, essendo più grande, sta apprendendo il senso di giustizia e quindi sente che non è giusto che il fratello sia possessivo con alcuni oggetti. In questo caso, il livello di conflittualità tra i due fratelli tende molto probabilmente ad aumentare.

Temperamento e personalità

Un altro elemento da tenere in considerazione quando parliamo di conflittualità tra fratelli è il temperamento. Quest’ultimo è considerato uno dei tratti innati nell’essere umano, per cui ci saranno bambini che tenderanno ad essere più accomodanti, altri più attivi, altri caparbi oppure con difficoltà ad adattarsi alle situazioni nuove.

Nei miei ricordi avevo due amici che erano anche fratelli. Ad uno piaceva fare le cose con calma, ponderarle bene, mentre l’altro era molto più attivo, socievole, sempre in movimento, una vera forza della natura. I litigi tra di loro erano all’ordine del giorno. Il temperamento dell’uno dava fastidio all’altro.

Problem-solving e capacità di regolare le emozioni

Acquisire la capacità di regolare le emozioni è un passo importante nella crescita di un individuo. Regolare le emozioni vuol dire essere capaci di prendersi cura di se stessi e dei propri bisogni e questa risulta un abilità necessaria per risolvere efficacemente i propri problemi. Conoscendo se stessi e le proprie emozioni si può comprendere cosa prova l’altro (empatia) diverso da noi e quindi a rispettarlo. L’educazione alle emozioni è importante per molte ragioni, una tra cui sviluppare dei sani rapporti con i fratelli, con i coetanei, ma anche con tutti gli altri.

Facciamo un esempio: un bambino di 7 anni che ha una scarsa capacità di regolare le proprie emozioni può reagire in modo aggressivo quando la sorellina di 4 anni gli prende alcuni dei suoi giocattoli o anche quando le cose non vanno come lui vorrebbe. Gli adulti vicini a questo bambino dovranno aiutarlo a sviluppare la sua conoscenza e la sua capacità di gestione delle proprie emozioni per poter ridurre il conflitto con la sorella.

I bambini imparano dagli adulti

I genitori, e non solo loro, trasferiscono attraverso il loro esempio i propri valori educativi ai figli. Questi ultimi apprendono per imitazione e se, per esempio, uno dei genitori perde facilmente il controllo e si fa prendere la mano dalla collera, è molto probabile che anche uno dei suoi figli, o entrambi, si comportino allo stesso modo.

Queste sono solo alcune delle ragioni per cui il litigio tra fratelli risulta essere assai frequente.

 

Per consulenze psicologiche, psicoterapia, seminari o altre richieste, puoi scrivere a Gioele D’Ambrosio oppure telefonargli al 339.7098160.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tu cosa ne pensi?