Promozione del benessere psicologico

chiedi una consulenza psicologica gratuita a roma

Il primo colloquio di consulenza psicologica con gli psicologi e psicoterapeuti di Qui Psicologia è gratuito. Chi non abita a Roma può fissare un appuntamento per una consulenza via telefono o via Skype.
Chiamaci oggi e Prenota il tuo colloquio gratuito!
Sarà l’occasione per fare esperienza di cosa voglia dire prendersi cura di se stessi.

Iscriviti alla newsletter di Qui psicologia

Per rimanere aggiornato sugli articoli di Qui psicologia, inserisci la tua mail nel box qui sotto e iscriviti alla newsletter:

“Io che non vivo senza te”

dipendenza affettiva

La dipendenza affettiva cerca quindi di colmare quei bisogni che la persona crede di non poter colmare, per cui: ha un bisogno esagerato di essere approvato, ha un incapacità di compiere scelte e di prendere decisioni congrue, compensa alcune mancanze attraverso soluzioni che non sono proprie, allontanandosi sempre più da se stesso. “Non riesco a vivere nè con te nè senza di te”. Questo è il dramma di chi vive questo tipo di relazioni. Oggi, in modo diffuso chiamiamo questa modalità relazionale “dipendenza affettiva” .

Perché lamentarsi?

lamentela

Colui che si lamenta è quasi del tutto inconsapevole dell’atteggiamento intensamente aggressivo che trova espressione attraverso le sue lamentele, anzi lo considera più che giustificato sulla base delle circostanze ostili che ha dovuto soffrire. Vediamo come superare la lamentela.

Che ansia quest’ansia!

Ho l'ansia

Cosa nasconde l’ansia? Qual è il suo vero significato? Anche quando si manifesta in maniera negativa e violenta, nasconde certamente qualcosa. Ci scuote per segnalarci qualcosa che profondamente riguarda la nostra vita.

È la menopausa o sono depressa?

menopausa

In un periodo di passaggio come è quello della menopausa e quindi di profondi mutamenti corporei, ormonali, del ruolo sociale e della famiglia è naturale che una donna provi tristezza e sensazioni di perdita, sentimenti questi solitamente associati alla depressione.

Riconoscere la depressione post-partum

depressione post-partum

Essere mamma non è un mestiere. Non è nemmeno un dovere. È solo un diritto fra tanti diritti. Ma per alcune donne può succedere che il diventare madre sia un evento vissuto come terribile. Vediamo perchè.

“Uffa, NESSUNO mi vuole bene!”

nessuno mi vuole bene

Queste persone sono convinte di non essere amate. Basta un collega d’ufficio che non le saluta o un amico che si dimentica del loro compleanno che entrano subito in crisi. Ma cosa si nasconde dietro questo bisogno smasmodico di attenzione e di amore?

Pagina 1 di 3123